martedì 4 giugno 2013

Dichiarazione Assange sul primo giorno del processo di Manning

Lunedi 3 giugno 2013, 22:00 GMT


Intervento di Julian Assange
Mentre scrivo queste righe, il 3 giugno 2013, il soldato  Bradley Edward Manning è sotto processo in un locale sequestrato a Fort Meade, nel Maryland, per il presunto reato di dire la verità. La corte marziale per il prigioniero politico più importante nella storia moderna degli Stati Uniti è ora, finalmente, iniziato.
Sono passati tre anni. Bradley Manning, allora 22enne, è stato arrestato a Baghdad il 26 maggio 2010. E' stato spedito in Kuwait, chiuso in una gabbia, e tenuto in un caldo soffocante a Camp Arifjan.
"Avevo perso il conto", ha detto alla corte scorso novembre. "Non sapevo se la notte fosse giorno o se il giorno fosse notte. Ed il mio mondo è diventato molto, molto piccolo. Era diventato queste gabbie ... Ricordo di aver pensato che stessi per morire."
Dopo le proteste dei suoi avvocati, Bradley Manning è stato trasferito in una cella nella Base della Marina Americana a Quantico, In Virgina, dove - tristemente - è stato sottoposto a un trattamento crudele, inumano e degradante per mano dei suoi rapitori - una scoperta formale effettuata dalle Nazioni Unite. Isolato in una piccola cella per ventitré su 24 ore al giorno, è stato privato dei suoi occhiali, del sonno, di coperte e vestiti, e gli è stato impedito di fare esercizi. Tutto questo - è stato determinato da un giudice militare - lo ha "punito" prima che si fosse nemmeno presentato ad un processo.
"Il trattamento di Brad a Quantico sarà per sempre scolpito, io credo, nella storia della nostra nazione, come un momento vergognoso", ha detto il suo avvocato, David Coombs. "Non solo era stupido e controproducente, era criminale".
 
Gli Stati Uniti erano, in teoria, una nazione legale. Ma non sono più una nazione dove vige la legge per Bradley Manning.
 
Quando gli abusi su Bradley Manning sono diventati uno scandalo arrivato fino al Presidente degli Stati Uniti e il portavoce di Hillary Clinton si è dimesso a seguito del suo dissenso nei confronti del trattamento del signor Manning, è stato fatto un tentativo per rendere il problema meno visibile. Bradley Manning è stato trasferito nel Penitenziario Regionale a Fort Leavenworth, nel Kansas.
Egli ha atteso in carcere per tre anni una processo - 986 giorni oltre il massimo consentito dalla legge - perché per tre anni la procura ha trascinato e ostacolato la corte, ha negato l'accesso alle prove alla difesa e abusato del segreto d'ufficio. Questo è semplicemente illegale - a tutti gli imputati è riconosciuto costituzionalmente il diritto ad un processo rapido - ma la trasgressione è stata riconosciuta e quindi trascurata.

Nonostante tutto questo, si sarebbe tentati di guardare al suo processo che finalmente è iniziato come un atto di misericordia. Ma è difficile farlo.
 
Non abbiamo più bisogno di comprendere la situazione "kafkiana" attraverso la lente di storie inventate o dell'allegoria. Ha lasciato le pagine e vive in mezzo a noi, stalking dei nostri migliori e più brillanti. E' giusto chiamare quello che sta succedendo a Bradley Manning un "processo farsa". Coloro incaricati in quello che viene chiamato il "sistema di giustizia militare statunitense" si sentono in dovere di difendere ciò che sta accadendo, ma il resto di noi sono liberi di descrivere questa parodia per ciò che è. Nessun serio commentatore ha alcuna fiducia in un buon esito. Le udienze in attesa di giudizio hanno completamente eliminato ogni significativa incertezza, infliggendo divieti preventivi su tutti gli argomenti difensivi che avevano una qualche possibilità di successo.
 
Bradley Manning non può testimoniare come suo intento dichiarato (esponendo i crimini di guerra e il loro contesto), né può presentare alcun testimone o documento che mostri che nessun danno è stato provocato dalle sue azioni. Immaginate di essere messi sotto processo per omicidio.Nel tribunale di Bradley Manning, vi si sarebbe vietato mostrare che è stata una questione di auto-difesa, perché qualsiasi argomentazione o prova dell'intenzione è vietata. Non sareste in grado di dimostrare che la 'vittima' sia, di fatto, ancora in vita, perché sarebbe la prova della mancanza di danno.
 
Ma naturalmente. Avete dimenticato di chi sia questo spettacolo?
 
Il governo è stato preparato per un bello spettacolo. Il processo è quello di procedere per dodici settimane consecutive: una stravaganzacon una completa coreografia, con un cast di ben 141 testimoni dell'accusa. Alla difesa è stato negato il permesso di chiamare tutti i suoi testimoni, se non alcuni di loro. Tre settimane fa, a porte chiuse, la Corte ha di fatto tenuto una prova generale. Anche gli esperti di diritto militare hanno definito ciò senza precedenti.
La condanna di Bradley Manning è già scritta nella sceneggiatura. Il comandante in capo delle Forze armate degli Stati Uniti, Barack Obama, ha rovinato la trama a tutti noi quando due anni fa ha dichiarato Bradley Manning colpevole. "Ha infranto la legge", ha dichiarato il presidente Obama, ad una raccolta di fondi di fronte alle telecamere alla domanda sulla sua posizione sul signor Manning. In una società civile, una dichiarazione così pregiudizievole da sola sarebbe stata la conseguenza di un processo falsato.
 
Per condannare Bradley Manning, sarà necessario che il governo degli Stati Uniti nasconda le parti cruciali del suo processo. Le parti principali del processo saranno condotte in segreto: 24 testimoni dell'accusa daranno testimonianza segreta a porte chiuse, consentendo al giudice di affermare che prove segrete giustificano la sua decisione. Ma giustizia a porte chiuse non è per niente giustizia.
Ciò che non può essere avvolto nel segreto sarà nascosto attraverso l'offuscamento. La situazione del tribunale a distanza , le restrizioni arbitrarie e la discrezionalità dell'accesso per i giornalisti, e la complessità deliberata e la scala del caso sono tutti progettati per guidare i giornalisti affamati di informazioni tra le braccia di PR ufficiali militari, che ruoteranno attorno alla sala stampa di Fort Meade come venditori affamati. La gestione del caso di Bradley Manning non si fermerà ai limiti del tribunale. E' già stato rivelato che il Pentagono sta monitorando attentamente la copertura dell'evento da parte della stampa e le discussioni dei social media sul caso.
Questa non è giustizia, non potrebbe mai essere giustizia. Il verdetto è stato ordinato tempo fa. La sua funzione non è quella di determinare domande quali colpevolezza o innocenza, o la verità o la falsità. Si tratta di un esercizio di pubbliche relazioni, progettato per fornire al governo un alibi per i posteri. Si tratta di uno spettacolo di vendetta sprecata; un avvertimento teatrale per le persone di coscienza.
 
L'atto presunto per il quale Bradley Manning è accusato è un atto di grande coscienza - la più importante divulgazione sulle distorsioni della storia che sia mai stata fatta. Non esiste un sistema politico ovunque sulla terra sul quale non si sia fatto luce come risultato. In tribunale, a febbraio, Bradley Manning ha detto che voleva esporre l'ingiustizia, e per stimolare il dibattito e la riforma in tutto il mondo. Bradley Manning è accusato di essere un informatore, un uomo buono, che si preoccupava per gli altri e che ha seguito gli ordini superiori. Bradley Manning è effettivamente accusato di cospirazione per if fatto di aver commesso giornalismo.
Ma non è questo il linguaggio che usa l'accusa. La più grave accusa contro Bradley Manning è che egli "ha aiutato il nemico" - un reato capitale che dovrebbe richiedere la maggiore gravità, ma qui il governo degli Stati Uniti ride del mondo, per dare vita a un fantasma. Il governo sostiene che Bradley Manning ha comunicato con una organizzazione dei media, Wikileaks, che ha comunicato con il pubblico. Essa sostiene, inoltre, che al-Qaeda (e chi altri) è un membro del pubblico. Quindi, sostiene che Bradley Manning ha comunicato "indirettamente" con al-Qaeda, un "nemico" americano formalmente dichiarato, e quindi che Bradley Manning ha comunicato con "il nemico".
Ma che dire del "aiutare" in quella grave accusa di "aiutare il nemico"? Non dimenticate che questo è un processo farsa. La corte ha vietato qualsiasi prova di intenti. La corte ha vietato qualsiasi prova del risultato, la mancanza di danno, la mancanza di qualsiasi vittima. Si è stabilito che il governo non ha bisogno di dimostrare che ogni "aiuto" si sia verificato e l'accusa non dice che lo abbia fatto. Il giudice ha dichiarato che è sufficiente per l'accusa dimostrare che Al Qaeda, come il resto del mondo, legge WikiLeaks.
"La libertà non può essere conservato senza una generale conoscenza tra la gente", ha scritto John Adams ", che ha il diritto e il desiderio di conoscere".
Quando il comunicare con la stampa è "aiutare il nemico", è la "generale conoscenza tra la gente" in se che è diventata criminale. Proprio come Bradley Manning è condannato, lo è anche quello spirito di libertà in cui l'America è stata fondata.
 
Alla fine non è Bradley Manning ad essere sotto processo. Il suo processo si è concluso da tempo. L'imputato ora, e per le prossime 12 settimane, sono gli Stati Uniti. Un militare in fuga, i cui misfatti sono stati messi a nudo, e un governo segreto in guerra con il pubblico. Si siedono alla sbarra. Siamo chiamati a prestare servizio come legali. Non dobbiamo girarci dall'altra parte.

Liberate Bradley Manning.
Nessun copyright è richiesto per questo documento. Julian Assange lo ha rilasciato al pubblico dominio .


Assange Statement on the First Day of Manning Trial