domenica 19 maggio 2013

Il Partito Pirata è di esempio nel dossier del Senato sugli strumenti eDemocracy

E' online il dossier "I Media Civici in ambito parlamentare. Strumenti disponibili e possibili scenari d'uso", curato dalla Fondazione <ahref in collaborazione con il Servizio Informatica del Senato. Scopo principale del dossier è «il censimento e l'analisi dei principali strumenti tecnologici classificabili come Media Civici», cioè di quegli strumenti online «esplicitamente progettati, più o meno efficacemente, per il loro uso nei processi di partecipazione alla vita politica».

Il Partito Pirata è da questo punto di vista un esempio, e in particolare in Italia liquid feedback è lo strumento utilizzato dall'assemblea permanente del partito:
"LiquidFeedback viene utilizzato da diversi Partiti Pirata, per primo quello tedesco. È adoperato anche da imprese e, in fase sperimentale, dal distretto di Friesland (100mila abitanti) del laender della Bassa Sassonia (Niedersachsen) con il nome LiquidFriesland, dove possono partecipare al voto gli abitanti (con età superiore o uguale a 16 anni). Il risultato delle votazioni ha valore consultivo.
Il Partito Pirata adopera LiquidFeedback anche nei luoghi dove ha vinto le elezioni (ad esempio, a Berlino dove è liberamente accessibile per discussioni chiuse, senza invito).
In Italia le prime applicazioni sono state del M5S a Bergamo prima e in altre parti d’Italia successivamente. Lo strumento è usato anche dal Partito Pirata italiano, e nella campagna elettorale di Umberto Ambrosoli, candidato nel 2012 alla presidenza della Regione Lombardia"

rif.
Il Comunicato stampa del Senato 17 Maggio 2013 Dossier sui "Media Civici" in ambito parlamentare
repubblica.it, 16 Maggio 2013 La democrazia web che piace al Parlamento