sabato 18 maggio 2013

EFF riapre la possibilità di effettuare donazioni in bitcoin

Electronic Frontier Foundation (EFF), l'organizzazione internazionale non profit di avvocati e legali rivolta alla tutela dei diritti digitali e della libertà di parola nel contesto dell'odierna era digitale, ha riaperto la possibilità di effettuare donazioni tramite bitcoin.

Ecco la traduzione del loro comunicato
---------
17 MAGGIO 2013 | di CINDY COHN E PETER ECKERSLEY E RAINEY REITMAN E SETH SCHOEN
EFF accetterà Bitcoin a supporto della Libertà Digitali

Oggi, siamo lieti di annunciare che accetteremo donazioni in Bitcoin attraverso il nostro sito. Potete usarli per fare singole donazioni, impostare donazioni mensili o per la membership a EFF (che comprende molte cose interessanti di appartenenza all'associazione come cappellini e magliette sulle libertà digitali).

Nonostante accettiamo donazioni Bitcoin, EFF non sta abbracciando Bitcoin. EFF in genere non promuove prodotti o servizi, e di certo non promuove nessuno dei diversi metodi di pagamento elettronico che attualmente accettiamo (carte di credito, PayPal, e ora BitPay).

Per quanto riguarda Bitcoin come tecnologia, ci sarebbe chiaramente molto di più da dire. Attualmente sembra che Bitcoin, nonostante sia innovativo, abbia una serie di limiti e debolezze nella sua progettazione, e può darsi che sia solo il primo di altri futuri progetti di cripto-valute (1). Tuttavia, essendo un'organizzazione che sostiene la sperimentazione della crittografia, crediamo che la migliore risposta alle potenziali carenze di Bitcoin debba venire da altri e offrano alternative migliori.

Nel frattempo, vogliamo dare ai nostri sostenitori la massima flessibilità possibile nel fare donazioni a EFF. È possibile fare donazioni a EFF con carta di credito, PayPal, Bitcoin, e, in futuro, si spera anche molti altri sistemi di pagamento.

Come siamo arrivati ​​qui

Due anni fa, la EFF ha deciso di interrompere la possibilità di ricevere Bitcoin per una serie di ragioni e ha restituito le monete alla comunità attraverso il rubinetto Bitcoin (Bitcoin faucet) e ha promesso di indagare ulteriormente. Da allora, abbiamo seguito il dibattito pubblico intorno a Bitcoin, vedendo l'ecosistema che si sviluppava, e conducendo la nostra ricerca sui possibili problemi legali.

Qui ci sono alcuni dei fattori che abbiamo considerato nel prendere questa decisione:

La censura da parte degli intermediari dei sistemi di pagamento è un problema costante per la libertà di parola on line - quindi ha senso iniziare diversificare le opzioni disponibili. EFF ha a lungo cercato di identificare e di fortificare i punti deboli per la libertà di parola on-line, e gli intermediari dei sistemi di pagamento rimangono un problema significativo. Abbiamo visto delle policy da questi intermediari che vietano libertà di espressione che sono protette dal Primo Emendamento, che arbitrariamente applicano quelle policy, e che non offrono nessun processo a tutti coloro che vogliono ripristinare i loro conti bloccati, tanto meno il tipo di giusto processo che il governo avrebbe dovuto affrontare per bloccarli. Abbiamo visto fornitori di pagamento sottostare alle pressioni da parte di funzionari del governo per chiudere i conti. Abbiamo visto gli intermediari dei sistemi di pagamento chiudere i conti per censurare i contenuti online protetti dal Primo Emendamento. E abbiamo visto legislatori che propongono normative per censure sbagliate che avrebbe messo fornitori di pagamento nella attiva posizione di chiudere i conti di persone accusate di violazione del copyright. Per tutto questo, siamo generalmente interessati a forme di diversificazione del mercato intorno alle opzioni di pagamento, in modo che quei pochi grandi operatori del mercato non siano in grado di esercitare una tale morsa sulla libertà di parola online.

Ora è possibile dare Bitcoin a EFF allo stesso modo con cui si possono dare beni da magazzino. EFF ha da molto tempo una politica che converte i doni di magazzino e oggetti come auto in contanti subito dopo la ricezione. Cerchiamo di trasformare le vostre donazioni in azione il prima possibile. Un altro fattore nella nostra decisione di prendere Bitcoin è la disponibilità di servizi come BitPay, che accetta donazioni per EFF e li converte automaticamente in dollari che riceviamo e possiamo subito mettere a frutto. E' simile al modo con il quale vengono processate le donazioni con carta di credito su eff.org, ma anche simile al modo in cui è possibile donare un auto a EFF.

Questo toglie a EFF l'onere di gestire l'account Bitcoin. Garantisce inoltre che non manteniamo mai una grande quantità di Bitcoin, che è stato un problema due anni fa, ne avevamo troppi nel conto e probabilmente può aver influito sul mercato il fatto che li abbiamo covertiti tutti in una volta. Il servizio BitPay significa anche che la nostra politica e la gestione sia coerente tra i diversi tipi di donazioni. Ancora più importante, ci permette di concentrarci su quello che facciamo, tutelare i diritti online e assicura che non abbiamo una partecipazione finanziaria nell'esito di una questione di diritti digitali, come ad esempio se una particolare azienda va bene o il valore dei Bitcoin cresce o crolla.

La nostra ricerca e la guida di FinCEN ha rimosso un rischio chiave per EFF. Sia la nostra ricerca interna e la recente relazione FinCEN (2) hanno confermato che, come utente di Bitcoin o qualsiasi moneta virtuale, EFF i per sé non è probabilmente soggetto a regolamentazione. Mentre alcuni hanno sollevato preoccupazioni circa la sentenza FinCEN, e hanno osservato che non è vincolante, ha confermato la nostra analisi sul rischio per noi come un utente e ridotto le nostre preoccupazioni che accettando Bitcoin FEP rischiamo di perdere il ruolo di difensore degli innovatori prendendo il ruolo di possibili imputati.

I nostri membri continuano educatamente a chiederlo. Infine, EFF ha bisogno di prendere decisioni indipendenti per fare ciò che è tecnicamente e giuridicamente migliore per sostenere la libertà online. A volte questo significa assumere posizioni o difendere punti di vista che sono impopolari, compresi quelli che sono impopolari con i nostri membri. Ma siamo lieti di essere in grado di fornire ai nostri soci con qualcosa che hanno chiesto ripetutamente, e con passione, quando cio sia per noi possibile.

Abbiamo già accettiamo un sacco di forme inusuali di donazioni. In questo momento, è possibile donare un auto per EFF, o miglia aeree, o il ricavato dal tuo libro, o anche disponibile dalla vostra azienda . Siamo felici oggi di aggiungere un modo in più per gli appassionati dei diritti digitali per supportare il nostro lavoro.

Vai qui per donare ora: https://www.eff.org/donate

EFF a Bitcoin 2013. Inoltre, se hai intenzione di frequentare la conferenza Bitcoin 2013 a San Jose questo fine settimana, venite a salutarci. Noi (Rainey e Seth) saremo entrambi alla conferenza, e Rainey parlerà di censura finanziaria su una sessione di Sabato. Controllate il calendario sul sito per i dettagli.

(1) Una discussione completa sui punti di forza e di debolezza del progetto Bitcoin dovrà aspettare un futuro post sul blog, ma facciamo notare che Bitcoin è molto spesso non anonimo di quanto gli utenti potrebbero credere o sperare, perché (per esempio) la rete non nasconde attivamente gli indirizzi IP da cui sono state avviate le operazioni; il grosso uso di risorse di calcolo richiesto può rivelarsi inutile, e la sua politica monetaria è controversa e probabilmente progettata per incentivare l'adozione e la conservazione della moneta, piuttosto che massimizzare il valore delle transazioni economiche. Il fatto che Bitcoin sia oggetto di critica non dovrebbe sorprendere, ma sarebbe stato molto più sorprendente se la prima moneta di crittografia ampiamente utilizzata fosse stata perfetta, e continua una ricerca molto attiva sui modi per migliorare Bitcoin o per creare nuove cripto-valute con altre proprietà.
(2) Si noti che non stiamo avallando la guida di FinCEN come una questione di diritto o di politica.